CONTATTI

Per informazioni sui miei lavori scrivetemi all'indirizzo atelier@barbaraivani.com

ATTENZIONE: NON VENDO BANCHI DA FALEGNAME!
Quello fotografato nel post Invito in liguria del Luglio 2012 si trovava al Mercatino di Antiquariato e Modernariato di Chiavari (GE), che si svolge ogni seconda domenica del mese, e non è mai stato in mio possesso. Non inviatemi e-mail con offerte di acquisto.

mercoledì 10 ottobre 2012

Fish & Chips


Chiunque abbia a che fare con i bambini
sa che nessuno di loro rifiuterà mai
una porzione di bastoncini di pesce
con le patatine fritte.

Noi, però, che siamo esigenti e,
sebbene questo sia noto come piatto
"del diavolo",
non ci piace mangiare schifezze,
oggi ce li siamo preparati in casa
con gli ingredienti migliori
e senza nulla invidiare al vecchio Capitano.






Innanzitutto delle ottime patate rosse
provenienti dall'orto del Nonno,
le migliori da friggere.






Tagliate con l'attrezzino che le riduce
a bastoncini, proprio come quelle dei fast food,
e sbollentate in acqua per un minuto
per eliminare l'amido e rendere la successiva frittura
più croccante.
A questo scopo, si possono utilizzare
tre metodi diversi: mettere le patate già tagliate
a mollo in acqua fredda per un po' di tempo,
friggerle due volte, oppure sbollentarle brevemente.
Avendoli provati tutti e tre, credo che quest'ultimo
procedimento sia il più efficace,
anche perché le patatine assorbono poi meno olio.
Ovviamente, prima di metterle in padella,
vanno accuratamente scolate e asciugate.






Siccome l'amido avrebbe reagito alla frittura
trasformandosi in zucchero
e assumendo un colore scuro, averlo eliminato fa sì
che la crosticina esterna in cottura diventi croccante
senza bruciacchiarsi.






Se le patate sono di produzione propria,
purtroppo il merluzzo non ho fatto in tempo a pescarlo,
anche perché dai mari del Nord a qui,
in macchina, mi avrebbe preso una botta di caldo
...e sai che puzza...

Ho dovuto ripiegare su quello surgelato.
Tagliato sommariamente a bastoncini
(il parallelepipedo perfetto lasciamo che sia
un'esclusiva del Capitano)...
vedrete che i bambini non faranno obiezioni.






Impanato secondo la regola canonica
pane - uovo - pane.
Anche il pangrattato è a chilometro zero,
grattugiato da Carlo al negozietto in piazza,
e le uova sono di una delle varie vicine
che spesso ce ne regalano un po'.






È preferibile friggere in olio di arachide
(lo so che il massimo è quello di oliva, ma diciamo la verità:
è decisamente troppo costoso),
io però oggi avevo in casa solo olio di girasole.






Be'?

Le istruzioni sono finite, adesso
gnam!

(Bello caldo, mi raccomando!)








9 commenti:

  1. wow che fame! Anch'io non compro le patatine pronte da friggere...in genere preferisco i prodotti freschi. Grazie per le dritte e...l'olio di arachidi è ottimo per friggere.
    baci

    RispondiElimina
  2. Non è giusto! Non puoi farmi vedere queste cose all'ora di cena ed io sono ancora in ufficio!!!

    RispondiElimina
  3. Aprire il tuo blog a quest'ora e trovare cotanta bonta' ci sta' proprio bene e poi sei davvero brava! cose appetitose ma fatte con amore.La fortuna di avere le patate nell'orto ce l'ho anch'io ma la dritta della bollitura non la sapevo proprio,Grazie mille.A presto .Monica.

    RispondiElimina
  4. Che spettacolo:-D!
    Grazie per il suggerimento della bollitura delle patate, non lo sapevo proprio!
    Ricetta assolutamente da provare quanto prima!
    Un abbraccio
    Serena

    RispondiElimina
  5. Largoooooooo, arriva la regina del mercatino ^___^ quanto sarebbe bello!!!!
    ...un giorno di notorietà!!!! :)
    Caspiterina che piattino invitante!!! Quasi quasi una di queste sere, provo!!
    Le patate le preparo come te e per la pesca, non sono attrezzata, meglio acquistarlo e seguire i tuoi consigli!!!!
    Un bacione grande grande!!!!

    RispondiElimina
  6. Oltre che un'artigiana dalle mani d'oro sei anche una buona cuoca!!!non conoscevo questi trucchetti,io mi limito a lavarle intere,e ad asciugarle molto bene quando sono affettate!vorrà dire che proverò pure questi consigli...mi piace cucinare!
    un fiore Lieta

    RispondiElimina
  7. ah qui tocchi il mio punto debole, le chips, il fish....che delizia!!!

    RispondiElimina
  8. Barbara, piacere di conoscerti, ho appena scoperto il tuo blog e lo trovo delizioso e pieno di spunti, ti seguo con piacere e sono sicura che qui da te troverò un sacco di ispirazioni. Passa a trovarmi se vuoi, a presto!

    RispondiElimina
  9. Ciao Barbara,....ma sei terribile!!!
    Ho appena fatto colazione con pane e marmellata e adesso mi sbranerei uno dei tuoi piatti!!!!
    Le tue foto sono da pubblicità .... e grazie per i consigli!!!!
    A presto Patty

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio... Basta anche un salutino, se non siete in vena di ciarle.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...