CONTATTI

Per informazioni sui miei lavori scrivetemi all'indirizzo atelier@barbaraivani.com

ATTENZIONE: NON VENDO BANCHI DA FALEGNAME!
Quello fotografato nel post Invito in liguria del Luglio 2012 si trovava al Mercatino di Antiquariato e Modernariato di Chiavari (GE), che si svolge ogni seconda domenica del mese, e non è mai stato in mio possesso. Non inviatemi e-mail con offerte di acquisto.

venerdì 28 settembre 2012

Un po' per sport, un po' per avventura




In questi giorni si doveva decidere
a proposito delle attività sportive
da svolgere durante l'inverno.
La mia proposta era di continuare con il basket,
ma la mia autorità in questo tipo di scelte
comincia a venir meno:
Pietro, dall'alto dei suoi undici anni e mezzo,
si è rifiutato categoricamente
(che ci posso fare... in questo mi somiglia come
una goccia d'acqua: lo sport per lo sport
per noi è un concetto assolutamente privo di senso).
Andrea preferirebbe qualcosa di diverso,
ma non sa cosa.
L'unica disposta ad accettare di buon grado
sembrerebbe Alice,
ma permettetemi di non riporre completa fiducia
in una che l'anno scorso,
una volta sì e l'altra... pure,
entrava nello spogliatoio per uscirne
dopo cinque minuti
accusando terribili mal di testa o di pancia.
Così, anche facendomi i conti in tasca,
ho pensato che finché il tempo ce lo consentirà
potremmo approfittare della campagna
che ci circonda
per organizzare, almeno un paio
di volte la settimana,
qualche passeggiata in cui unire l'attività fisica
alla fotografia e alla raccolta
di quello che la natura vorrà regalarci.
Tra l'altro di questa soluzione potrei approfittare
anch'io, senza essere costretta ad aspettare
seduta sulle gradinate di una palestra.





Così ieri pomeriggio, partendo con l'idea
di una passeggiata di mezz'ora,
abbiamo imboccato il sentiero in mezzo agli ulivi
che conduce alle rovine del Forte di Campo Albaro.

Si sale velocemente e senza difficoltà
e dopo pochi minuti di cammino il paese
sembra lontanissimo e si gode
della vista spettacolare del Monte Tregìn.






Lungo il cammino abbiamo raccolto di tutto:
funghi cresciuti in una pigna, incenso, timo,
bacche di ginepro, finocchio selvatico,
qualche piantina
di alloro e di corbezzolo da trapiantare in un vaso
e persino una canna di bambù.






La raccolta dei corbezzoli è stata molto impegnativa:
molti erano già caduti a terra, rosicchiati dagli animali,
e quelli che rimanevano sulle piante erano terribilmente in alto.






Il Forte è una costruzione
degli inizi del XV secolo e serviva principalmente
a controllare la strada che conduceva
a Varese Ligure per gli scambi commerciali.
Purtroppo è stato acquistato da privati
che lo lasciano in totale abbandono,
a parte utilizzarne il cortile interno alle mura
come frutteto.






Comunque ha tutto il fascino
delle pietre antiche
e da lì si gode di una vista incredibile di tutta la vallata
fino al mare.






Lungo la strada era quasi
una scorpacciata di bellezza:
le bacche di rosa canina, il cipresso secolare,
antiche case e giardini una volta ricchi e signorili...






... e al ritorno, ormai a pochi passi da casa,
abbiamo incontrato anche il Brucaliffo!

E ormai erano le sette di sera.

12 commenti:

  1. Cara Barbara che SPETTACOLO!!! e' un posto bellissimo e ci credo che ne hai fatto un post!Belle foto e bella giornata.Brava!

    RispondiElimina
  2. altro che palestre... che meraviglia poerlo fare così il moto!!!Il brucaliffo è fantastico,sembra un personagigo dei cartoni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci credo! E' spettacolare... se lo vedono quelli di Buglife lo scritturano subito per una parte da protagonista!

      Elimina
  3. Ciao Barbara,
    tutto bello,commenti e natura.Ma poi col tempo a peggiorare,come la mettiamo???
    Io personalmente ritengo che un pò di sport,(qualsiasi sia il tipo),per i bambini in particolare,non può far che bene e non mi riferisco all'agonistico....
    Certo dobbiamo anche indirizzarli i ragazzi,non è che uno può fare,due mesi atletica,due mesi basket,due mesi karate e poi ballo!!!!
    Un salutone,Lucio....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sono andati a basket per due anni controvoglia, sebbene in qualche misura sia stato utile, non per il fisico, perché fare sport per due volte la settimana a livello non agonistico e con i ritmi di un bambino delle elementari, o fare un giretto in bici è poco più che indifferente, ma per il carattere, che si è aperto. Però ritengo che, dopo aver fatto un periodo di esperienza (e due anni potrei definirli sufficienti), debbano essere assolutamente rispettate le preferenze del bambino, che non significa essere sedentari, ma nemmeno andare in palestra a tutti i costi. E quando il tempo peggiorerà, se proprio dovremo vivere un inverno terribile, la palestra è sempre lì.
      Quanto al praticare tanti sport diversi e non sceglierne mai uno, credimi, sono l'ultima persona che si possa permettere di viziare i propri figli così tanto, al contrario di altri.
      Mi sono sorpresa che tu abbia scritto certe cose, pur conoscendomi così bene.

      Elimina
  4. Lasciatelo dire, hai trovato la soluzione perfetta, sicuramente la più salutare! Il mio di 7 anni l'anno scorso andava alla scuola calcio semplicemente perchè c'erano tutti i suoi compagni di classe, poi si è reso conto che di questo sport non gli importa un fico secco e non ha voluto tornarci (per fortuna!). Abbiamo optato per la piscina dove hanno preso anche il fratello di 3 anni, due in un colpo solo...per me è una pacchia!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  5. Piaga dolente...il tempo passato ad aspettare i figli nelle varie palestre è uno stillicidio!una a danza classica,l'altra a pallavolo :(,ho provato a guidare le loro scelte per mio interesse di praticità...ma poi ho lasciato che seguissero le loro inclinazioni!...ma se non ne hanno...buttiamo via tempo e danaro,perciò...W la natura e la fortuna di abitare vicino!!!
    Baci Lieta

    RispondiElimina
  6. Ciao Barbara,
    mi hai fatto conoscere i tuoi posti, che belli!!!
    Io adoro passeggiare nella natura e se hai occhi per vedere trovi di tutto!!
    Ma che carino è il Bricaliffo sembra spuntare da "Alice nel paese delle meraviglie"!!!
    A presto Patty

    RispondiElimina
  7. Un'idea meravigliosa. Unire l'attività fisica ad escursioni in mezzo alla natura consente di muoversi in un contesto bellissimo.
    Hai ideato un progetto splendido. Vuoi mettere la natura con una palestra?
    Un bacione grandissimo

    RispondiElimina
  8. Una passeggiata incantevole! Mi sarei unita a voi molto volentieri! :)
    Un bacione! ciao

    RispondiElimina
  9. Voglio venire anch'io!!!!!!!!!!!! :)
    Che passeggiata magnifica e ricca!!! Avete fatto benissimo!!
    La mia piccola da qualche mese si è data all'equitazione, dopo aver provato, danza caraibica, pallavolo, nuoto e taekwondo!!! O_o
    Il problema è che oltre ad aver acquistato cap, ghette, stivali, pantaloni e frustino, ieri mi ha chiesto... il cavallo!!!! :) Che paura!!!!! :)
    Foto incantevoli!!!!!
    Felice settimana!!!!!!

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio... Basta anche un salutino, se non siete in vena di ciarle.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...