CONTATTI

Per informazioni sui miei lavori scrivetemi all'indirizzo ocagattolettoblog@gmail.com

ATTENZIONE: NON VENDO BANCHI DA FALEGNAME!
Quello fotografato nel post Invito in liguria del Luglio 2012 si trovava al Mercatino di Antiquariato e Modernariato di Chiavari (GE), che si svolge ogni seconda domenica del mese, e non è mai stato in mio possesso. Non inviatemi e-mail con offerte di acquisto.

venerdì 2 agosto 2013

In dispensa - Le acciughe salate



Acciughe Salate



In questo periodo, anche se io sono sempre qui, 
la creatività è andata un po' in ferie 
(beata lei) 
e mi sto dedicando ad attività di tutt'altro genere. 
A parte approfittare dei meravigliosi prodotti freschi 
che l'estate ci offre, mi piace preparare 
le scorte per l'inverno, scorte da buongustai... 



Acciughe Salate




Quando entro da Zia Lilli, la mia pescheria di fiducia, 
mi porterei a casa tutto... 
figuriamoci se non mi lascio tentare da una cassa 
di acciughe da salare! 
Freschissime, sode, lucenti... mie!
A me le acciughe salate piacciono così, 
semplicemente condite con un po' d'aglio, olio e origano. 
L'olio lo fa mio papà, così come l'aglio che coltiva nell'orto, 
l'origano lo ha raccolto Gigi... 
alle acciughe ho pensato io. 
Ora non andiamo troppo per il sottile: 
certo che non le ho pescate! 
Però bisogna essere anche un po' portate per fare 
shopping di acciughe!



Acciughe Salate



Diciamo la verità: se non è supportato 
da una insana passione per l'articolo, 
il lavoro è massacrante, 
a meno che non vi fermiate al primo chilo, 
ma in casa mia non ci si muove per i bruscolini... 

Una cosa da sapere è che le acciughe 
non vanno lavate in nessuna delle fasi della preparazione: 
soltanto quando le dissalerete dovrete sciacquarle 
molto bene con acqua corrente 
ed eventualmente metterle in ammollo 
per qualche minuto con semplice acqua, 
vino o addirittura latte 
per eliminare il sale in eccesso. 



Acciughe Salate



Con le dita, non con il coltello 
o le forbici, si dovrà staccare la testa 
ed eliminare con essa le interiora. 
Se siete bravi, cercate di far rimanere il "becco", 
così il ventre del pesce rimarrà integro 
e non si rovinerà troppo con il sale.



Acciughe Salate



Una volta pulite, lasciate le acciughe per un po' 
in un colapasta, insieme ad una manciata di sale, 
in modo che possano cominciare ad eliminare i liquidi.
Poi alternate strati di acciughe ben allineate 
a strati di sale grosso nella classica arbanella cilindrica 
pressando bene ogni strato.



Acciughe Salate



Infine mettete la ciappetta, 
il disco di ardesia sul quale andrà appoggiato, 
per almeno quaranta giorni, un peso, che può essere 
una bottiglia piena d'acqua... 
Io ho raccolto in spiaggia dei grossi sassi. 
Le arbanelle, in questo periodo, 
andranno conservate in un luogo fresco e arieggiato. 
Se vi accorgete che il liquido asciuga troppo, 
integratelo con una salamoia fatta con 
200 grammi di sale in un litro d'acqua 
(fate bollire e lasciate raffreddare prima di utilizzarla).



Acciughe Salate



Trascorsi due o anche tre mesi, 
si può rimuovere il peso e mettere il coperchio alle arbanelle. 
A questo punto le acciughe sono mature 
e si conservano per due/tre anni. 










8 commenti:

  1. Voto? 10 e lode ...che domande!!!
    ...e ora...quand'è che passo a ritirare? tu dimmi solo quando,e io arrivo di corsa!

    RispondiElimina
  2. Lieta.. hahhaa...
    Adoro le acciughe, ma non le ho mai preparate.
    Ma quante ne hai fatte??

    RispondiElimina
  3. Mah... saranno state 6 kg... Tre arbanelle. Allora: a settembre venite su tutta la combriccola di manigolde (= creative: "mani d'oro") col prosecchino nel cestello del ghiaccio, intanto io vi preparo le "tapas" con le acciughe e naturalmente la torta di riso! Al dolce ci pensa la Paola: mi deve una torta fatta col preparato e io in cambio un tè al microonde... Vediamo se arriva...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. microonde??? preparato??? giammai!!! se volete il prosecchino ve lo dovete guadagnare...e Mary...ti accodi pure tu??? OK a settembre <3 <3 <3

      Elimina
  4. Buona sera Barbara, ho scoperto il tuo blog per caso e ne sono rimasta immediatamente affascinata, diventando immediatamente nuova follower.
    Avresti qualche minuto per me per spiegarmi il funzionamento di Artesanum?
    grazie
    amelie
    http://ilcaffedelledonne.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. ...le acciughe mi fanno schifo....passa da te quando fai una torta!!!!
    Lelia

    RispondiElimina
  6. Barbaraaaaaa, ciao, che post meraviglioso e che invidia (sana però ^_^), ho messo via, pomodori, minestrone, dado vegetale e tanto altro, ma le acciughe... no, impossibile trovarne di così belle e fresche, pensare che in autunno/inverno ne consumiamo tantissime per la bagna caòda!!! Ammiro le tue e ti faccio tantissimi complimenti, ne immagino la bontà :)
    Un abbraccio strettissimo, ciao a presto!!!!!

    RispondiElimina
  7. Le ho fatte una volta sola ed erano molte di meno....mai più!!!!! Comperate già salate e solo dasciacquare e mangiare.....Ciao!!!

    RispondiElimina

Lasciate un segno del vostro passaggio... Basta anche un salutino, se non siete in vena di ciarle.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...